Curiosità sull abito della sposa

Tra le prime cose a cui si pensa quando si parla di matrimonio c'è l' abito da sposa Nell'antica Roma la sposa indossava una tunica bianca stretta in vita da un cordone i

cui capi erano annodati in  un modo particolare contro il malocchio .

Successivamente, nel medioevo, sono stai introdotti gli abiti colorati e più sfarzosi ma, secondo le credenze popolari, i colori più fortunati rimangono:

  • il bianco, che indica la fortuna
  • il blu, che indica la sincerità della sposa
  • il verde, che indica la timidezza

Ci sono poi quelli che la credenza vuole che si evitino, come ad esempio:

  • il nero, che indica pentimento
  • l'avorio, che indica una vita turbolenta
  • il giallo, che indica una mancanza di stima da parte della moglie

Dopo il periodo del medioevo;in Inghilterra  nel 1840, la regina Vittoria uscì fuori dalla tradizione delle regine, che fino ad allora indossavano abiti da sposa argentati, e si  sposò indossando un abito bianco che si fece cucire con pizzi e merletti.

La sua foto fece il giro del mondo e diventò fonte di ispirazione per molte sposine.

Nel corso degli anni si sono poi alternati abiti sfarzosi ad abiti semplici, lineari; abiti corti ad abiti con lunghi con  strascichi; abiti con bustini e spalle scoperte ad  abiti con volumi sfarzosi.

Ad oggi siamo tornati ad uno stile più elegante, con richiami al passato . Lo possiamo  notare anche osservando le vetrine degli atelier nella nostra bella Salerno.

In genere la scelta dell' abito viene consigliata da mamma e sorelle della sposa ma negli ultimi anni anche dalla weddingplanner che darà i suoi consigli tenendo presente ill tema del matrimonio che,a sua volta, verrà poi sviluppato nell'allestimento,nella location, dal catering e nel resto dei dettagli che circonderanno questo evento.